Baggio: la cittadinanza si attiva per il buon vivere di quartiere

<span class="fa fa-user"></span>
Shareradio
Cultura metropolitana
3K
0

Alcuni cittadini della comunità di Baggio sono rimasti impressionati dalla serie di episodi di microcriminalità avvenuti di recente in quartiere; in rapida successione, a ridosso di Natale, si è assistito ad un crescente aumento, in quantità e qualità, di casi che hanno fatto propendere la cittadinanza verso una presa di posizione netta affinché le Istituzioni di governo si attivino, assieme alla società civile, per mettere un argine al tentativo di corrompere il buon vivere del quartiere.
In uno di questi casi, i soggetti disperati che si rendono protagonisti di fatti negativi, non hanno esitato ad entrare nottetempo nella casa di una donna sola per impadronirsi degli averi che in quel momento si trovavano nell’appartamento, esercitando violenza e senza interrogarsi rispetto al portato di gravità che il gesto ha scaturito. In un altro caso, per un’urgenza, l’impiegato al centralino della Polizia Locale di zona 7 ha risposto al danneggiato suggerendo di rivolgersi alla PS.

Di fronte all’accaduto, i cittadini del quartiere si sono riuniti in assemblea per fornire la solidarietà del caso a chi è stato colpito e per “abbracciare” simbolicamente tutte le vittime della microcriminalità senza tuttavia scadere nella ricerca del giustizialismo. La vitalità dei quartieri e l'attivazione dei cittadini e delle cittadine sono la miglior fonte di coesione.

Considerato il ruolo delle Istituzioni rispetto ad episodi come questi appena raccontati, la cittadinanza riunita in assemblea il 13 gennaio 2016
CHIEDE
al Consiglio di Zona 7 che venga convocata d’urgenza una commissione ad hoc, e trasversale alle competenze proprie dei consiglieri presidenti di commissione, allargata a tutti i soggetti coinvolti, finalizzata al raggiungimento di alcuni obiettivi che potranno venire esposti in una conferenza stampa congiunta CdZ7­ cittadini.
Gli obiettivi concreti sono:

  • Istituzione di un numero telefonico unico di zona che possa garantire la gestione delle emergenze in modo da rispondere tempestivamente alle richieste di pronto intervento
  • Istituzione di un tavolo permanente che si riunisca periodicamente e che veda riuniti contestualmente cittadini ed istituzioni e che permetta di monitorare le misure di prevenzione decise collegialmente da tutti gli attori
  • Agevolazione di un collegamento tra la commissione “Politiche sociali” ed il tavolo proposto al fine di mantenere una stretta relazione tra la prevenzione e l’assistenza al disagio sociale.

Baggio, nel passato, ha già vissuto queste vicende: i cittadini riuniti in assemblea sono ben coscienti che il fenomeno della microcriminalità è sempre latente ed è legato a fenomeni congiunturali che uniscono, nel disagio, cittadini e piccoli malfattori. Occorre, quindi, continuare a diffondere il senso di appartenenza alla comunità di Baggio attraverso dispositivi sociali che permettano ai singoli colpiti dalla microcriminalità di non sentirsi soli e, per questo, i cittadini
​CHIEDONO
alle associazioni, ai negozianti ed ai singoli cittadini, di partecipare all’organizzazione di qualsiasi tipo di iniziativa, attività, evento, finalizzati alla rivitalizzazione del quartiere. Con questa modalità si intende rispondere fattivamente agli episodi di questi giorni contrapponendogli i valori espressi dall’aggregazione e dalla condivisione di valori positivi.

Milano­Baggio 18/01/2016

Cittadini singoli o di associazioni che operano nel quartiere

Facebook Comments

POST A COMMENT.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.