Radio diario dal treno della memoria

<span class="fa fa-user"></span>
Shareradio
Diritti civili
356
0

I Centri di Aggregazione Giovanile di Milano, in collaborazione con l'associazione Treno della Memoria, ogni anno organizzano un viaggio che porta centinaia di ragazze e ragazzi a visitare il Campo di Auschwitz-Birkenau.

Quest'anno sono 250 i giovani che sono partiti con i CAG milanesi, tra questi alcuni stanno raccogliendo interviste e testimonianze per condividerle con chi è rimasto a Milano. Le pubblicheremo tutte qui, articolo in aggiornamento.


Partecipare al Treno della Memoria significa diventare testimoni diretti della pagina più oscura scritta dall’umanità nel secolo scorso. Un viaggio necessario per fare i conti con i tanti interrogativi ancora aperti sul presente. In questi anni il progetto ha incontrato e viaggiato con partigiani ed ex deportati. Fra le testimonianze dei ragazzi, che tutti gli anni vengono raccolte al ritorno, è ricorrente l’espressione “dopo aver visitato Auschwitz con il Treno della Memoria nulla è più come prima”.

Un viaggio che costruisce comunità, un viaggio che ci contamina, che attiva una nuova cittadinanza e ci cambia per sempre. Sei tappe intermedie, della durata di due giorni, precedono l’arrivo a Cracovia, dove i diversi gruppi provenienti da tutta Italia potranno raccontarsi le esperienze vissute. Quindi non più solamente la pagina più scura della storia moderna, Auschwitz, ma uno spaccato significativo del secolo scorso attraverso viaggi in luoghi diversi in Europa.

Il Treno della Memoria parla di storia e memoria del passato, ma anche di testimonianze ed impegno nel presente. Così la memoria ci impedisce di compiere gli stessi errori e ci permette di dare senso al futuro.

Facebook Comments

POST A COMMENT.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.