RADIOVISIONI – residenza artistica per giovani artisti under 35

<span class="fa fa-user"></span>
Shareradio
Cultura metropolitana
181
0

Shareradio, in collaborazione con Unzalab e con il sostegno di MiBAC e SIAE nell’ambito del programma Per Chi Crea, promuove un bando di residenza artistica rivolto a 6 artisti under 35 per la produzione di 3 documentari sulla periferia milanese.

Obiettivo della residenza artistica

La residenza artistica vuole indagare e raccontare la dimensione sonora di territori urbani in costante mutamento. L’obiettivo è accompagnare gli artisti under 35 in un percorso di esplorazione: coinvolgere sguardi inauditi nella scoperta di come “suonano” via Padova e il Giambellino.

I due quartieri di Milano su cui insisterà la residenza sono al centro di nuove attenzioni. Nonostante un passato diverso, sia via Padova sia il Giambellino hanno alcune caratteristiche comuni, sono infatti quartieri popolari e multietnici, ma soprattutto attraversati da processi di trasformazione che negli ultimi anni ne stanno cambiando la fisionomia.

RADIOVISIONI desidera raccontare questi quartieri e le loro trasformazioni concentrandosi sul suono, inteso in senso ampio: da elemento caratteristico del paesaggio urbano a mezzo espressivo e di empowerment, come nel caso di chi fa radio e musica.

Percorso formativo e produttivo

Il percorso del progetto ha un carattere tanto formativo quanto produttivo e prevede una forte collaborazione tra gli artisti selezionati.

Sarà possibile avanzare la propria candidatura in qualità di professionista del settore video (regista, videomaker, filmmaker, fotografo, ecc.) o audio (fonico, sound designer, musicista, ecc.). Gli artisti selezionati, nel corso della residenza, andranno poi a costituire tre team, ciascuno dei quali sarà composto da un professionista dei due ambiti (audio e video) e realizzerà un film documentario di durata non superiore ai 30’.

Radiovisioni scommette sulla collaborazione, crea un’occasione di confronto tra professionisti, che condivideranno competenze e sensibilità per produrre un’opera filmica.

Fasi della residenza

La residenza si svolgerà a Milano e sarà strutturata intorno a tre fasi principali, in cui si alterneranno formazione e produzione sul campo.

La I fase (dal 28 febbraio al 3 marzo 2020) sarà dedicata al lavoro collaborativo e all’esplorazione dei quartieri oggetto di indagine.

Il primo momento di formazione sarà curato da David Guazzoni di Codici - ricerca e intervento, un’organizzazione indipendente promotrice di percorsi di ricerca e trasformazione in ambito sociale. L’attenzione di questo intervento sarà rivolta alle dimensioni collaborative e relazionali, aspetti ritenuti fondamentali per chi si rapporta con comunità locali e territoriali attraverso un approccio documentaristico.

In questa fase saranno inoltre organizzate le prime esplorazioni dei quartieri di via Padova e del Giambellino. Gli artisti selezionati saranno accompagnati da due tutor di zona, che rappresenteranno dei punti di riferimento durante tutta la residenza.

Infine gli artisti saranno invitati a costituire i tre team, valorizzando le diverse competenze, attitudini e sensibilità personali. Questo processo di formazione delle squadre di lavoro sarà curato dal personale del progetto.

La II fase (dal 20 al 23 marzo 2020) avrà come formatori Anna de Manincor e Massimo Carozzi, membri di Zimmerfrei.

Zimmerfrei è un collettivo artistico attivo dal 2000, che realizza film documentari, videoarte, installazioni sonore e ambientali, serie fotografiche, performance. Durante la residenza i due autori affronteranno diverse tematiche legate alla pratica filmica di chi fa cinema documentario. L’attività si concentrerà sulle modalità con cui entrare in contatto con i territori e soggetti sconosciuti e sui dispositivi adoperati per dar forma alle proprie ricerche.

Allo stesso tempo continueranno i lavori nei due quartieri attraverso lo svolgimento di ulteriori sopralluoghi.

La III fase (dal 6 al 12 aprile 2020) sarà totalmente focalizzata sulla realizzazione dei tre cortometraggi.

Le giornate a disposizione saranno dedicate alla conduzione di sopralluoghi, all’approvazione finale dei soggetti, alle riprese necessarie per la produzione dei film. wI tutor di zona saranno a disposizione degli artisti per facilitare l’organizzazione produttiva, invece la fase di post-produzione sarà condotta in autonomia dagli artisti, che saranno comunque accompagnati a distanza da altre figure del progetto di RADIOVISIONI. Più nello specifico due specialisti del settore audio e video forniranno indicazioni per impostare e portare a termine il lavoro di post-produzione dei tre film.

Modalità di partecipazione

La call è aperta dal 26 agosto al 15 novembre 2019 ad artisti under 35 con competenze nel settore audiovisivo. I candidati dovranno specificare se intendono partecipare alla residenza come professionista del settore video o audio. Ogni artista selezionato avrà diritto a vitto e alloggio durante le giornate della residenza, un rimborso per le spese di viaggio, oltre a un compenso individuale di 800 € lordi.

RADIOVISIONI metterà a disposizione dei partecipanti uno spazio di lavoro nel quartiere Isola di Milano dotato di connessione internet gratuita.

Requisiti e documenti per partecipare alla call

Per candidarsi alla residenza è necessario: - avere un’età compresa tra i 18 e i 35 anni (non aver compiuto 36 anni entro il 5 aprile 2019); - essere residente in Italia; - essere in possesso di attrezzatura (videocamera, microfoni, registratore audio, computer, software di montaggio e postproduzione, hard disk...); - aver maturato esperienze nell’ambito audiovisivo.

La candidatura sarà accettata soltanto previa compilazione di un modulo online entro il 15 novembre, in cui il candidato dovrà:
- compilare la parte anagrafica;
- indicare la posizione che si intende ricoprire nel progetto: audio o video;
- indicare uno showreel o un’opera (attraverso link pubblici o privati);
- allegare lettera motivazionale di max 1500 caratteri;
- allegare curriculum;
- allegare copia di un documento d’identità.

compila il modulo di candidatura

Per ulteriori informazioni, scrivere a radiovisioni@shareradio.it.

Selezione degli artisti under 35

Sulla base dei materiali inviati saranno selezionati 12 partecipanti che successivamente dovranno sostenere un colloquio presenziale o a distanza. Al termine dei colloqui saranno selezionati i 6 artisti che prenderanno parte alla residenza. La selezione è a cura della cabina di regia del progetto e il suo esito è a insindacabile giudizio degli organizzatori di RADIOVISIONI. Il risultato della selezione sarà comunicato entro il 27 gennaio del 2020 in forma privata all’indirizzo di posta elettronica fornito dai candidati stessi in sede di ammissione e pubblicamente sul sito www.shareradio.it/radiovisioni.

Uso delle opere prodotte durante la residenza

RADIOVISIONI si concluderà con 6 proiezioni dei 3 film nel mese di luglio a Milano. Le proiezioni sono concepite come restituzione pubblica del lavoro svolto dagli artisti durante la residenza. Saranno organizzate nei quartieri: Giambellino (ospiti del Mercato Lorenteggio), in via Padova (con sede ancora da definire), Baggio (nell’ambito della storica rassegna Baggio all’aria), San Siro (nella rassegna estiva di Mare Culturale Urbano), Niguarda (durante la programmazione cinematografica di Unza!).

I partecipanti danno all’associazione Shareradio il consenso all’utilizzo di foto e del proprio film per la pubblicazione sui media (stampa, tv, radio) e internet solo per scopi promozionali e per la proiezioni in luoghi pubblici. La proprietà intellettuale delle opere resta agli autori delle stesse.

Scarica la call

Shareradio

Shareradio è la webradio metropolitana milanese nata nel 2010 a Baggio che oggi coinvolge 25 redazioni in tutta la città. La condizione giovanile e il suo potenziale creativo, il lavoro contro lo stigma nei confronti di chi ha vissuto esperienze di sofferenza mentale o è portatore di disabilità, lo sport come strumento di inclusione sociale, gli eventi e i progetti che attraversano i quartieri, la ricerca sulla memoria dei territori sono i temi che guidano il lavoro delle redazioni locali. In questi 10 anni di narrazione partecipata della città si sono spesso incontrati professionisti del “sonoro” - sound designer, musicisti, fonici - e dell’immagine - registi, fotografi e filmmaker: RADIOVISONI costituisce una nuova occasione per approfondire questo tipo di relazione fra figure diverse, stimolando nuove collaborazioni.

Unzalab

Unzalab è un progetto e collettivo dell’associazione Unza! attivo nell’ambito delle arti grafiche, fotografiche e cinematografiche. Il collettivo e i suoi membri hanno realizzato film e perfomance legati al cinema documentario e sperimentale, sia in pellicola che in digitale. Unzalab ha sede a Niguarda, dove ospita una camera oscura e organizza eventi e laboratori, come proiezioni e workshop dedicati alla serigrafia, il cinema e la fotografia.

 

Facebook Comments

POST A COMMENT.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.