A Milano arriva “la cena sospesa” per i poveri

<span class="fa fa-user"></span>
Shareradio
Cultura metropolitana
1K
0

Per dire la verità è una bellissima idea napoletana, ovviamente nata dalla pratica sulla mitica tazzina di caffé, offerta a chi non può permetterselo. Poi s'è fatta cena e ora, il tutto, sbarca a Milano grazie all'accordo tra Caritas Ambrosiana, Fipe - Confcommercio e il coinvolgimento di alcuni locali della metropoli lombarda.

Per la cronaca, questa bella notizia rientra in quei progetti che si chiamano di Responsabilità Sociale, azioni concrete, che il profit, le aziende, i brand, mettono in campo per ridare un po' di quello che "prendono" dal territorio, facendolo spesso in collaborazione con il non profit.

E il funzionamento della "cena sospesa" è semplice: pranzando o cenando all'interno di uno dei pubblici esercizi aderenti sarà possibile offrire un pasto a chi non può permetterselo, lasciando un piccolo contributo di qualsiasi importo. Con le donazioni raccolte, Caritas Ambrosiana provvederà all'acquisto di ticket restaurant del valore di 10 euro ciascuno che metterà a disposizione delle persone più bisognose tramite i Centri di Ascolto operanti sul territorio.

E ricordiamo che questi presidi Caritas, lo sanno perfettamente chi ci collabora come volontario, sono realmente, fattivamente, cristallinamente impegnati al fianco di migliaia di cittadini indipendentemente dalla loro religione, provenienza, regolarità di cittadinanza e orientamento sessuale.

Insomma, è una bella notizia per la nostra Milano "dal cuore in mano".
Allora, amici e amiche di Shareradio, cosa aspettate a fare del bene... non avete fame? 🙂

Facebook Comments

POST A COMMENT.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.