Basse frequenze – una narrazione acustica del mondo

<span class="fa fa-user"></span>
Shareradio
Diritti civili
477
0

Basse frequenze è la rubrica settimanale dedicata al racconto con linguaggio audio documentario in onda su Radio Popolare il lunedì dalle 21.30 alle 22.00 realizzata e condotta da Anais Poirot Gorse e Nicola Mogno.

Trasmetteremo 10 puntate dedicate al tema della povertà minorile realizzate in collaborazione con il programma QuBì - la ricetta di Milano contro la povertà infantile: un percorso di approfondimento costruito in modo che sia ascoltabile sia la singola puntata che l'intera serie. Secondo CGIA i minori in situazione di povertà sono oggi il  31,5% (mentre gli anziani rappresentano il 22%). 2,7 millioni d'Italiani nel 2018 ha chiesto aiuto per il cibo. I dati ISTAT parlano di disoccupazione giovanile oltre il 30%. In termini di mobilità sociale assoluta, l’Italia è addirittura ultima tra i paesi industrializzati, se si considerano quanti tra i 25-64 anni appartengano a una classe sociale diversa, più alta o più bassa, rispetto ai genitori nel 2002-2014. Solo uno su tre si è mosso verso l’alto (il 31%).

Ogni puntata è introdotta da una discussione con un ospite in studio e l’ascolto di voci, suoni, rumori che costituiscono, come suggerito da Rudolph Arneim, una visione acustica del mondo.
La produzione degli audio documentari prevede un approccio partecipativo che permetta alle persone coinvolte di avere anche un ruolo autoriale grazie all’organizzazione di laboratori radio nei quartieri, la collaborazione con le redazioni locali di Shareradio, la promozione del linguaggio audio documentario come strumento di riscatto e rivendicazione sociale. L’audio documentario lavora sul suono inteso come parola che racconta, ma anche come suggestione evocativa. L’ascolto non ha la velocità di un tweet, non ha l’impatto di un video, non ha l’assertività dell’opinione di un post. Offre in compenso il tempo necessario a tirare le fila degli elementi di una storia, a descriverne le relazioni, a esplorarne e spolverarne gli angoli.

Potete contattare Basse frequenze con una mail a bassefrequenze@shareradio.it

La prima puntata è dedicata ad un primo avvicinamento al tema della povertà minorile: mamme, maestre, educatori raccontano il proprio punto di vista e ci aiutano ad inquadrare il fenomeno. In studio con noi Dario Anzani del CD Giambellino: un centro di aggregazione giovanile che si rivolge a preadolescenti, adolescenti e giovani dei quartieri Giambellino, Lorenteggio e Barona, nel Municipio 6 di Milano.

podcast puntata #1

La seconda puntata affronta il tema dell'alimentazione e dell'accesso a cibo di qualità per le famiglie più fragili. E' la voce di ragazze e ragazzi e di alcune mamme ad aiutarci a comprendere quanto sia profondo il problema. In studio con noi Monica Villa, vice direttrice dell'area servizi alla persona di Fondazione Cariplo e coordinatrice del progetto QuBì.

podcast puntata #2

La terza puntata è una vera e propria immersione nel ristorante Ruben, che offre pasti di qualità a 1 euro, un ambiente curato dove ci si può sentire a casa e insieme al cibo si curano relazioni. Come ci hanno raccontato i commensali di Ruben, basta un momento difficile nella propria vita, una separazione, la perdita del posto di lavoro per ritrovarsi senza prospettive nè risorse. Ne parliamo in studio con Christian Uccellatore della Fondazione Pellegrini, che coordina le attività del ristorante.
(Non ho ancora musica e film, stiamo finendo di montare l'audio documentario)
podcast puntata #3
Nella quarta puntata abbiamo affrontato il tema del diritto di accesso allo spazio pubblico per i bambini. La convezione sui diritti dell'infanzia sancisce il diritto dei bambini "a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative". Siamo stati a Pavia a conoscere l'esperienza di Giocanda e a Venezia abbiamo incontrato la compagnia teatrale Malmadur, entrambe alle prese con occasioni di divieto del gioco nello spazio pubblico.
Ne parliamo in studio con David Guazzoni di Codici Ricerca e Intervento.
podcast puntata #4
Nella quinta puntata ci siamo occupati dell'accesso al nido e del problema vissuto dalle famiglie escluse dalle liste. L'audio documentario si muove tra il laboratorio permanente per bambini e genitori "soprasotto", fondato da un gruppo di genitori, e il NEST del Gallaratese, un progetto dell'associazione Mitades che accompagna i genitori esclusi dalle graduatorie. Ne parliamo in studio con Maddalena Fragnito di Soprasotto.
podcast puntata #5
La sesta puntata è dedicata al lavoro, in particolare abbiamo parlato con donne lavoratrici a partita iva costrette ad affrontare enormi problemi legati al precariato e alla mancanza di strumenti di welfare e protezione in caso di malattia. Ne parliamo in studio con Samanta Boni di ACTA in rete.
podcast puntata #6
La settima puntata è dedicata alla scuola. Partendo dalle interviste raccolte durante un laboratorio radio in un istituto professionale, in alcuni centri di aggregazione giovanile e un centro di salute mentale abbiamo provato a capire se la scuola sa rispondere ai bisogni dei ragazzi più fragili e con una famiglia con scarse possibilità economiche. Be parliamo in studio con Clara Alemani, dirigente dell'IC Bruno Munari di Milano.
podcast puntata #7
L'ottava puntata è dedicata all'arte come occasione di rivalsa sociale. Grazie alle testimonianza di Islam e Hamed Malis oltre a Mattia in arte Anima scopriamo le grandi potenzialità di tanti giovani che raccontandosi e raccontando il proprio percorso trovano il modo di riscattarsi e sperimentando forme di protagonismo sociale positivo. Ne parliamo in studio con Daniele Diamante, rapper e conduttore di laboratori di scrittura rap.
podcast puntata #8

Facebook Comments

POST A COMMENT.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.