64 Decibel: il mercato delle lingue

<span class="fa fa-user"></span>
Shareradio
Cultura metropolitana
442
0

La nostra rubrica la Pantera Rossa è stata in Giambellino, al Mercato Lorenteggio per essere precisi, per raccontare il progetto 64 Decibel, promosso da Mare culturale urbano, Dynamoscopio, Comunità del Giambellino Cooperativa Sociale e Consorzio Sir e finanziato da Fondazione Cariplo.

Una piacevole chiacchierata con Erika Lazzarino di Dynamoscopio, Giorgia Morera di Comunità del Giambellino, Emanuele Braga di Landscape Coreography per presentare i primi risultati di una serie di laboratori tra San Siro e Giambellino che hanno coinvolto gruppi di donne di diverse provenienze culturali, provando a immaginare una città diversa. Tanti i linguaggi sperimentati in questi percorsi che cercando di dare voce alle partecipanti si sono confrontati con il gioco, la lingua e la narrazione, il teatro, il radio dramma, la sartoria.

Il quadrilatero di San Siro raccontato alla radio

Grazie al lavoro di Landscape Coreography e con il supporto dell’artista Anna Raimondo un gruppo di donne ha deciso di raccontare il proprio quartiere e la propria condizione esistenziale sperimentandosi con il radio dramma. Storie di limiti e confini, che almeno nella messa in scena radiofonica trovano delle soluzioni positive.

Non solo radio, si è attivato infatti anche un laboratorio di sartoria che è pronto a proporre a Milano una linea di abbigliamento con tutto lo stile del quadrilatero.

Autobiografia tra teatro e giochi in Giambellino

La narrazione di se, della propria storia, della propria cultura e delle proprie appartenenze sono al centro dei percorsi promossi in zona Giambellino. Un lungo lavoro di confronto e racconto sui giochi di paesi diversi promosso in collaborazione con Comunità del Giambellino e la preparazione del testo teatrale “Tutto sommato, storie migranti in scena” in vista dell’allestimento di una ludoteca linguistica all’interno del Mercato Lorenteggio.

 

Facebook Comments

POST A COMMENT.